Vota o condividi questo articolo

share su Facebook Condividi su Buzz Condividi su Reddit Condividi su MySpace vota su OKNotizie salva su Segnalo vota su Diggita Condividi su Meemi segnala su Technotizie vota su Wikio vota su Fai Informazione vota su SEOTribu Add To Del.icio.us Digg This Fav This With Technorati segnala su ziczac Condividi su FriendFeed Stumble Upon Toolbar <>

martedì 31 maggio 2011

Triangolo Viola

                              
 Durante i 12 anni del regime nazista milioni di persone vennero imprigionate nei campi di concentramento. Per distinguere le varie categorie di prigionieri i nazisti idearono un sistema di distintivi di diverso colore da portare sugli abiti.
Ogni deportato aveva un triangolo colorato sulla sua uniforme.
I Testimoni di Geova, unico gruppo religioso perseguitato a motivo delle proprie convinzioni religiose già dal 1933, ricevettero dai nazisti un triangolo di stoffa viola.
A loro fu data la opportunità di essere liberati dopo aver firmato un documento nel quale si rinnegavano le loro credenze e veniva indicata la loro volontà di diventare soldati dell'esercito.
La maggior parte di loro non cedettero nonostante fossero percossi e torturati anche fino alla morte.
    Vai alla fonte e leggi tutto: http://www.triangoloviola.it

domenica 29 maggio 2011

Come fa Pietro ad essere il primo papa se...?

Gli Scavi del Dominus Flevit
da Bellarmino Bagatti ofm (1905-1990) e Józef Tadeusz Milik (1922-2006)




 Pietro è stato sepolto a Gerusalemme e non a Roma,  la tomba e i resti di Pietro si trovano a Gerusalemme. Pietro non era un papa e non è mai stato a Roma, perché se ci fosse stato, ciò sarebbe stato certamente menzionato nel Nuovo Testamento. Nello stesso tempo la storia non dovrebbe tacere su tale argomento, come non ha taciuto nel caso dell’apostolo Paolo. Anche la storia cattolica l’avrebbe reclamato come un fatto e non come incerta tradizione. Omettere che Pietro fosse papa e che si trovasse a Roma (nel papato) sarebbe come omettere la Legge di Mosè o i Profeti o gli Atti degli Apostoli dalla Bibbia. Quando il papa Pio XII dichiarò che l’Assunzione di Maria nel 1950 era un articolo di fede, la chiesa cattolica a Gerusalemme vendette allora subito la tomba di Maria alla chiesa arminiana. La Chiesa Cattolica dice che Pietro fu il primo papa di Roma dal 41 al 66 d.C. per un periodo di 25 anni, ma la Bibbia mostra una storia diversa. Eusebio, uno degli uomini più istruiti del suo tempo, che scrisse la storia della chiesa fino all’anno 325 dopo Cristo, affermò che Pietro non è mai stato a Roma. 

Ho trovato queste informazioni attendibili dato che sono state fatte ricerche approfondite sull'argomento e sui luoghi citati, riportate personalmente da Paul Peterson (teologo) dopo aver viaggiato nei luoghi di ricerca e intervistato personalmente preti francescani che erano stati a Gerusalemme.
Leggi tutto l'articolo pubblicato da Paul Peterson: La scoperta della tomba di Pietro a Gerusalemme-1953




Vedi anche:
San Pietro è tornato a Gerusalemme? Questo articolo sostiene che l'iscrizione è stato male interpretato.
Roma: Le ossa di San Pietro (a Roma)? presso University College di Dublino, in Irlanda.
 Peter's Bones e della Verità di Roma
Da segnalare anche:
Secondo il venerabile Beda (673-735 dC), Storia ecclesiastica della nazione inglese , libro III, capitolo XXIX , le ossa (reliquie) di Pietro e Paolo sono stati spediti da Vitaliano, vescovo di Roma, a Oswy, re dei Sassoni in 665 dC Il bibliotecario nella cattedrale di Canterbury ha apparentemente confermato che gli inventari della chiesa si registra l'arrivo delle spoglie di Pietro e Paolo nella chiesa preservando il loro, poco dopo Papa Vitaliano li ha mandati in Gran Bretagna. Purtroppo, però, i resti sono stati apparentemente perduti, o registrare la loro posizione è stata persa, probabilmente in seguito alla ribellione di Cromwell del 17 ° secolo a metà. vedi questa pagina ).


È stato l'apostolo Pietro MAI a Roma? Pietro e Paolo  -  Mago Simon Pietro    da Andrew Variano AJ


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Guadagna con i click sulle pubblicità